Se il cane è il migliore amico dell’uomo, lo zaino è il miglior amico del viaggiatore, soprattutto se backpacker.

Per i viaggiatori, solitamente, il viaggio è libertà, arrivare in un posto e spostarsi per poter visitare il più possibile, conoscere gli usi e i costumi del paese che li ospita.
Spesso è anche: salire e scendere da mezzi di trasporto, camminare per km, correre per non perdere il pullman in partenza, non trovare un deposito bagagli.

Provate ad immaginarvi tutto questo con un trolley al seguito.
Direi che l’immagine che vi presenta nella mente non è una delle situazioni più comode.
Tutto questo, però, può essere evitato muovendosi con uno zaino.

Negli ultimi anni, quella del backpacking sta diventanto una vera e propria moda, un modo di viaggiare utilizzato soprattutto dai più giovani e dai più avventurosi.
Associato spesso al low cost: hostelli, spostamenti con mezzi improvvisati, cibo tipico e itinerari fuori dalle tradizionali mete turistiche; in realtà il backpacking, non inteso come stile di viaggio, ma al solo utilizzo dello zaino, può essere associato anche a viaggi ben più tranquilli.

Veniamo al dunque.

In quanto parte fondamentale di un viaggio, è importante sceglierlo attentamente.

Quali caratteristiche deve avere un buon zaino da backpacking

resistenza, il materiale di cui è fatto lo zaino deve essere anti strappo, robuso, un minimo impermeabile (anche se per quello esistono i copri zaino anti pioggia) e con le cuciture ben fatte;
capienza, un buono zaino per più settimane lontani da casa, dovrebbe essere intorno ai 60 lt per le donne e 70lt per gli uomini, evitate zaini troppo grossi, diventeranno scomodi e non vi godrete il viaggio;
struttura portante, lo schienale deve essere il più possibile portante, con stecche o pannelli rigidi ed è essenziale ci siano le cinghie intorno alla vita che scaricano il peso sulle anche e non sulle spalle;
schienale regolabile, un’altra caratteristica importante è lo schienale regolabile che permette di allungare o accorciare la distanza tra spallacci e cinghie in vita, così da adattarli al meglio a tutte le stature;
molte tasche e aperture, questo vi permetterà di suddividere al meglio il materiale e di potervi accedere senza dover svuotare tutto lo zaino;
cappuccio trasformabile in zainetto, la possibilità di staccare la parte alta dello zaino e trasformarla in uno zainetto è comoda per tutte le occasioni in cui potete lasciare lo zaino e muovervi leggeri.

Per il costo, ricordatevi che spedere un pochino di più potrà salvarvi la schiena e farvi risparmiare in futuro, ritardano l’acquisto di un nuovo zaino.

Pro e Contro

PRO
– comodità negli spostamenti veloci
– molta capienza con poco ingombro
– libertà nel muoversi ovunque

CONTRO
– peso sulla schiena
– se imbarcato in stiva è necessario fasciarlo con la pellicola o inserirlo negli appositi borsoni per evitare i furti e che le numerose cinghie si impiglino nei rulli

Il mio zaino

Da poco ho acquistato un nuovo zaino che mi accompagnerà in India e che avrò, quindi, modo di recensire al rientro.
Per il momento mi limito a copiare di seguito le caratteristiche tratte del sito ufficiale.

Il modello è: Ferrino Overland 50+10 lt e lo trovate qui.

Zaino da trekking completo di tutte le dotazioni adatto per i trekkers più esigenti

  • Tessuto 420 HD invisible ripstop Supertex
  • Sistema di trasporto Dorso super traspirante in tessuto reticolare
  • Spallacci e cintura a vita ergonomici, imbottiti e
    trapuntati in tessuto reticolare traspirante
  • Regolazione superiore spallacci
  • Doppia tasca sul cappuccio
  • Tasca di sicurezza
  • Tasche laterali e frontale a soffietto
  • Taschini su fascia vita
  • Tasca interna sul dorso
  • Corpo estensibile (+10 l)
  • Accesso frontale al comparto principale dello zaino
  • Doppio fondo a soffietto con accesso frontale
  • Cappuccio amovibile trasformabile in zainetto
  • Nastri di compressione laterali
  • Due porta piccozze/bastoncini
  • Porta materiali in nastro sul fondo amovibili
  • Copri zaino

Condividi:

2 thoughts on “Zaino: consigli per sceglierlo”

  1. Lo zaino è davvero un fedele compagno di viaggio! Io ad esempio non amo superare i 50 litri e aggiungo un altro zainetto o una borsa. Dipende poi da quanto dura il viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.