Vicenza è una città di circa 111.980 abitanti nel cuore del Veneto.

Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, grazie alle bellissime opere architettoniche di Andrea Palladio, è anche soprannominata “la città del Palladio”.
Andrea Palladio, pseudonimo di Andrea di Pietro della Gondola, architetto italiano del Rinascimento, fu uno degli architetti di punta della Repubblica Veneta. Proprio a Vicenza Andrea Palladio scelse di formarsi, di vivere e di progettare numerose opere architettoniche, come ville, chiese, palazzi, sia per committenti privati che pubblici.
Vicenza, ora conosciuta come uno dei poli industriali italiani più importanti, allo stesso tempo è una città che penso valga la pena visitare e considerare per il suo patrimonio culturale, storico e architettonico.

Scopriamola in compagnia di: Martina Bressan

Martina Bressan è la travel blogger di Travel and Marvel.
Nata in un piccolo comune del Veneto, dopo esperienze di lavoro e di vita in Francia e in Cina, per amore è diventata cittadina vicentina.

Presentati e raccontaci del tuo blog

Martina Bressan

Sono una giovane ragazza veneta con una grande passione: la Cina. Il mio blog Travel and Marvel è nato un po’ per scherzo, un po’ per gioco perché volevo raccontare le mie avventure quando vivevo e lavoravo in Cina.
Da lì poi ho ampliato il blog con i miei viaggi in Italia e nel mondo, e le mie escursioni in montagna, nelle nostre Dolomiti.
Uno degli ultimi viaggi che mi ha emotivamente più colpito è sicuramente quello fatto in Tibet l’anno scorso.

Dove possiamo continuare a seguirti?

Blog: www.travelandmarvel.com
Facebook
Instagram
Google Plus

Veniamo al dunque: dacci dei consigli!

Vicenza è una città da esplorare e scoprire a piedi, passeggiando. A me piace durante il weekend fare una passeggiata per il centro, percorrere Corso Palladio fino alla famosa Basilica.
Durante moltissimi weekend in centro possono essere organizzate attività di diverso tipo, esibizioni musicali, artistiche, oppure mercatini. Vicenza è facilmente raggiungibile sia in auto, che in treno. Se arrivate in treno dalla stazione potete comodamente e velocemente raggiungere il centro a piedi. Entrerete così a Vicenza attraversando Porta Castello, con l’alto Torrione Medievale,  e parte dei resti della cinta muraria cittadina.

Cosa vedere a Vicenza

Il centro di Vicenza: Corso Palladio e la Basilica Palladiana

Bellissimo percorrere Corso Palladio, la via principale del centro storico di Vicenza, con i suoi negozi, e una volta qui senza nemmeno accorgersi prendere una delle stradine laterali che vi condurranno in Piazza dei Signori dove si aprirà davanti di voi la vista sulla la bellissima Basilica Palladiana.
In origine qui sorgeva il Palazzo della Regione sede delle autorità civili della città, solo nel Cinquecento si decise di cambiare la costruzione esistente, con un doppio ordine di logge. Fu proprio l’architetto veneto Andrea Palladio, a prendere l’incarico di dare nuova immagine al Palazzo.
Il materiale utilizzato è una pietra bianca proveniente dalla cittadina di Piovene Rocchette. La loggia superiore è raggiungibile tramite una scala di marmo, che conduce al salone centrale caratterizzato da una copertura di rame a carena rovesciata. Svetta in alto nella piazza la Torre di Piazza, detta anche Torre Bissara.
La Basilica, attualmente, ospita mostre pittoriche di rilevanza internazionale. Nell’ultimo periodo ha ospitato una mostra famosa delle opere di Van Gogh: “Van Gogh. Tra il grano e il cielo”. Al piano terreno si trovano, invece, dei negozi storici di Vicenza: principalmente  negozi di oreficeria, il museo del gioiello e il famoso Bar Borsa.

Centro di Vicenza

Teatro Olimpico

Uno dei simboli principali di Vicenza è sicuramente il suo bellissimo Teatro Olimpico.
Raggiungibile percorrendo tutto Corso Palladio fino a raggiungere Piazza Matteotti. Il Teatro, sempre opera dell’architetto Andrea Palladio, è ispirato ai teatri romani. L’opera fu commissionata nel 1580 dall’Accademia Olimpica al Palladio, che però morì prima di vederla finita.
Terminato solo nel 1585, la prima opera in scena al Teatro fu l’Edipo Re, di Sofocle. Il Teatro ospita circa 400 posti, e tutt’ora si tengono famose rassegne musicali e teatrali, come “Settimane musicali al Teatro Olimpico“, il Festival “Vicenza Jazz” e numerose opere teatrali.
Per informazioni: www.teatrolimpicovicenza.it

Teatro Olimpico

Palazzo Chiericati

Sempre in Piazza Matteotti, vicino al Teatro Olimpico, non potete mancare una visita a Palazzo Chiericati.
Un’altra famosa opera di Andrea Palladio che si trova nel cuore di Vicenza. Girolamo Chiericati commissiona nel 1550 la progettazione al Palladio di questo edificio che doveva essere la residenza nobiliare dei conti Chiericati. Iniziata la costruzione nel 1551, il Palazzo verrà completato solo nel XVII secolo.
ll Palazzo è stato acquistato dal Comune di Vicenza nell’Ottocento e da quel momento è stato trasformato in Museo Civico. Tra i capolavori principali troviamo opere di Tintoretto (esempio, S.Agostino risana gli sciancati), Paolo Veronese (Madonna e santi), Marco Ricci, Luca Giordano, Tiepolo (tra le sue opere, L’Immacolata Concezione) e una serie di 33 disegni di Palladio.
Una raccolta eccezionale è quella delle pale d’altare che vede qui presente artisti come: Bartolomeo Montagna, e, Cima da Conegliano.

Palazzo Chiericati

Santuario della Madonna di Monte Berico

A piedi dal centro potete raggiungere con una passeggiata il Santuario della Madonna di Monte Berico.
Meta di pellegrinaggio per i religiosi cattolici, l’origine di questo santuario si narra risalga al Cinquecento, in particolare a due apparizioni della Madonna che prometteva la fine dell’epidemia della peste e chiedeva che in quel luogo le fosse dedicata una chiesa.
Il Santuario negli anni subì diverse modifiche, anche il Palladio lavorò ad un ampliamento della Chiesa, del quale però non vi rimane traccia perché demolito a fine Seicento.
All’interno possiamo ammirare diverse opere di artisti noti come: Bartolomeo Montagna, Paolo Veronese, Alessandro Maganza.
Spostandosi proprio davanti alla Basilica vi è uno spazio che concede una stupenda vista su Vicenza.

Vista da Monte Berico

Cosa fare a Vicenza

Passeggiare nel Parco Querini

Un bellissimo Parco, un polmone verde nel centro della città. Il Parco è circondato per due lati dalle sponde del fiume Bacchiglione, e per il terzo lato da una linea di cinta muraria.
Al centro del Parco un maestoso viale alberato fiancheggiato da statue di soggetto classico, che vi porta fino ad un isolotto dove svetta un tempietto circondato da uno stagno.
Il parco è spesso meta di famiglie con bambini, che possono godere dell’ampio verde per correre e giocare. Non mancano gli amanti della corsa, come me, che sfruttano questo verde per allenarsi in questo bellissimo ambiente.

Parco Querini

Consiglio Culinario: Baccalà alla Vicentina

Non si può lasciare Vicenza senza aver provato il suo famoso Baccalà alla Vicentina. Tradizione antica della città, questo piatto a base di pesce è sicuramente una tappa culinaria da provare, magari accompagnato da delle buonissime patate vicentine.

Martina, grazie per averci fatto conoscere questo angolo d’Italia. A presto!

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *