Visitare Verona per me è come tornare a casa, respirare quell’aria che sa dei sogni degli innamorati, dello stupore dei turisti e della tranquillità di chi ci abita.
Ci ho vissuto per un inverno, la sua stagione migliore, ed è per questo che ci sono così affezionata.

Verona è una meravigliosa città del Nord-Est dell’Italia, è la patria di “Giulietta e Romeo”: simbolo dell’amore puro.
Ubicata in una zona magnifica, a mezz’ora dal Lago di Garda, perla del Nord Italia, ed a un’ora da Venezia, una bomboniera senza tempo.

Bella in ogni stagione:
in primavera, con il profumo di risveglio, il sole che torna a splendere;
in estate, con la confusione dei mille turisti, le notti afose all’Arena;
in autunno, con i colori che la riscaldano, gli angoli di silenzio e tranquillità;
infine in inverno, con l’atmosfera di spensieratezza e gioia, la cioccolata calda guardando i passanti.

Nel periodo di Natale e in quello di San Valentino, Verona dà il meglio di sé: si addobba di luci e ghirlande, le piazze si riempiono di bancarelle tipiche e l’aria che si respira è magica.

Vista sull’Adige

Cosa vedere

Verona ha mille angoli nascosti, uno più bello dell’altro, ma se avete un solo giorno a disposizione ci sono alcune cose che non potete perdervi.

L’Arena

Un piccolo Colosseo, questa è la prima cosa che ricorda.
Anfiteatro romano risalente circa al I secolo d.C., oggi è aperta al pubblico per essere visitata ed è utilizzata come teatro per spettacoli serali e concerti.
È il cuore di Verona, il monumento principe della città, con la sua bellezza e maestosità.
La cosa migliore da fare è fermarsi in uno dei numerosi bar a bere qualcosa ammirandola.

Arena di Verona

Piazza delle Erbe

Piccola, accogliente, ricca di dettagli che catturano l’occhio.
È la piazza più antica di Verona, tanto bella da aver vinto nel 2012 il premio come piazza italiana più amata al mondo.
Un via vai continuo di persone, chi passa distratto e chi invece si ferma ad ammirare i suoi mille dettagli.

Piazza delle Erbe

Il balcone di Giulietta e Romeo

Nascosto in un piccolo cortile a cui si accede tramite una piccola galleria, il balcone di Romeo e Giulietta rimane il simbolo di una delle storie d’amore più conosciute al mondo.
Entrando nel cortile, ad accogliervi troverete la statua di Giulietta, con il suo seno sinistro consumato, testimone dei tanti innamorati che l’hanno sfregato con la speranza che porti fortuna al loro amore.
La galleria di accesso ha i muri completamente ricoperti di firme e frasi d’amore che giorno per giorno aumentano in modo esponenziale.

Cortile del balcone di Romeo e Giulietta

Il ponte di Castelvecchio

Costruito nella seconda metà del XIV secolo da Cangrande II della Scala, è uno dei posti dove preferico passeggiare.
Con le sue immense mura di mattoni rossi intervallate da piccole aperture, offre scorci meravigliosi sull’Adige e su Verona.
Anche qui, come in tutta la città, si respira amore nell’aria e l’atmosfera è unica.
Per chi ama fotografare questo è il posto perfetto per dare sfogo alla propria vena artistica.

Dettagli ponte Scaligero

Via Mazzini

La via dello shopping, colma di negozi dalle marche più prestigiose alle più commerciali.
Collega Piazza Bra a Piazza delle Erbe.

Via Mazzini

Info utili

Parcheggio

Trovare un parcheggio gratuito a Verona è una vera impresa. Vi consiglio di lasciare la macchina nel grosso piazzale di Porta Palio, uno dei pochi con sosta free.

Dormire

Verona è cosparsa di B&B e Hotel. Solitamente sono tutti molto curati e, salvo periodi di alta stagione, con circa 50€ a testa a notte si può trovare un’ottima sistemazione.
Vi consiglio di cercare sui tanti siti di prenotazione online la sistemazione più adatta a voi.

 

Condividi:

5 thoughts on “Verona: un giorno per innamorarsi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *