Venezia è una delle città più conosciute al mondo, che conta circa 10,5 milioni di turisti ogni anno.

Chiamata anche la Serenissima, Venezia presenta una pianta urbanistica estremamente peculiare: gli unici mezzi di trasporto presenti, infatti, sono i vaporetti, barche/bus che portano i veneziani da una parte all’altra.
La città si compone di piccole isole separate da vari canali e connesse da migliaia di ponti.
Non tutte le zone della città sono uguali, infatti mentre alcune isole sono effettivamente terra emersa, altre hanno fondamenta artificiali, che sono state ricavate drenando l’acqua e utilizzando pali di legno.
Conosciuta da tutti per la sua particolarità, Venezia è senza dubbio una delle città più belle e che tutti dovrebbero visitare almeno una volta.

Canal Grande

Scopriamola in compagnia di: Giulia Limbrici

Giulia Limbrici è la scrittrice nascosta dietro Collecting Pages.
Traduttrice e interprete, Giulia si è trasferita a Venezia per conseguire la laurea in Lingua e cultura cinese. Dopo Cagliari, la sua città natale, Venezia è stata la prima città in cui ha vissuto per più tempo, e in cui ha lasciato il suo cuore.
Per questo, da veneziana acquisita ha scritto vari articoli sul suo blog per guidare i turisti della Serenissima e insegnargli ad amare questa splendida città.

Presentati e raccontaci del tuo blog

Giulia Limbrici

Mi chiamo Giulia, ho 24 anni e scrivo e traduco il mio blog, Collectingpages, in italiano e inglese.
Il primissimo articolo pubblicato sul mio blog è stato proprio su Venezia, nel 2015. Da non veneziana, ho anch’io avuto il mio bel daffare nel cercare di orientarmi nel labirinto di calli della città.
Per questo, decisi di iniziare a condividere ciò che sapevo e avevo scoperto su internet.
In 3 anni, ho scritto vari articoli su tutte le città che ho visitato, traducendoli in inglese per raggiungere più persone e aiutarle nei loro viaggi.

Dove possiamo continuare a seguirti?

Potete trovare tutti i miei articoli sul mio blog, Collectingpages, oppure potete cercarmi su Facebook e Instagram per più foto e consigli di viaggio.
Veniamo al dunque: dacci dei consigli!
Tutti conoscono Venezia, ma se si ha poco tempo a disposizione, quali sono i posti che davvero meritano di essere visitati? Ecco i miei consigli!

Cosa vedere a Venezia

Il Palazzo Ducale

Tutti vogliono vedere piazza San Marco, appena arrivano a Venezia, ma la vera magia della città è nascosta dentro i suoi edifici.
Il Palazzo Ducale è certamente uno dei più sorprendenti, le sue stanze solo le più grandi e maestose della Serenissima.
Il Palazzo Ducale era l’antica sede del potere, infatti potrete notare nel colonnato esterno le due colonne rosa da cui il doge si affacciava durante le sedute pubbliche.
Il biglietto può costare fino a €20, ma non vi pentirete di averli spesi.
Sul sito ufficiale potete trovare tutte le informazioni utili.

Palazzo Ducale

Basilica di San Marco

La Basilica di San Marco saluta tutti coloro che entrano nella piazza.
Costruita nel 1063, la facciata della Basilica presenta magnifici mosaici, decorazioni in oro e una copia della famosa Quadriglia.
L’originale è conservato nel museo all’interno della Basilica.
Vi lascio il sito ufficiale nel quale potete trovare tutte le informazioni utili.

Ponte di Rialto

Sede dei negozi più costosi e sicuramente della migliore vista sul Canal Grande, non potrete visitare Venezia senza passare per il Ponte di Rialto.
In pochi sanno che inizialmente questo ponte era in legno e che ha preso fuoco ben due volte prima che i veneziani decidessero di ricostruirlo in pietra.
Ora è una delle icone più riconosciute della città!
Non potete sbagliare, vi basterà seguire i cartelli gialli che indicano la direzione per il ponte in tutta Venezia!

Campanile di San Marco

In pochi sono abbastanza coraggiosi da affrontare la fila che porta ad una delle viste su Venezia più belle che mai.
Il campanile è uno dei più alti di tutta Italia e vi permetterà di vedere la città da un punto di vista totalmente nuovo, facendovi apprezzare ancora di più la sua unicità.

Cosa fare a Venezia

Vedere il carnevale

Anche se sarebbe più accurato dire che a Venezia, il carnevale si vive, perché vi assicuro che tutta la città partecipa al carnevale, con o senza maschere.
Assaggiate le fantastiche frittelle veneziane nel tipico bar Tonolo, comprate una delle maschere nei tanti negozietti sparsi per le vie o semplicemente godetevi i meravigliosi costumi dell’anno.

Carnevale di Venezia

Prendere l’aperitivo in campo

Venezia può essere molto costosa se non si sa dove andare, perciò, se non volete rinunciare ad un buon aperitivo, cercate il Campo Santa Margherita, a Dorsoduro.
Il “Campo” è il ritrovo degli studenti, nonché il posto migliore per un vero aperitivo veneziano, con un’ombra di vino e cicchetti, con costi ragionevoli.
Vi assicuro che non ve ne pentirete!

Giulia, grazie per averci fatto conoscere questo angolo d’Italia. A presto!

Condividi:

6 thoughts on “Venezia: i segreti della città sull’acqua”

  1. Venezia e´ tra le mie citta´ preferite e non mi stufero´ mai di visitarla! E hai proprio ragione: Venezia non e´ solo piazza San Marco e le solite vie del turismo di massa ma sono tutte quelle strade laterali, nascoste, lontane da occhi indiscreti.

    Spero di ritornarci questa estate!

  2. Venezia è stupenda! Ogni volta che ci vado scopro posti nuovi e calli nuove.. è proprio vero che Venezia bisogna girarla senza la piantina in mano ma che bisogna perdersi! Articolo molto ultile.. andrò di certo in Campo Santa Margherita per scoprire la “movida” veneziana 😀

      1. Ciao! Ho fatto un salto a Venezia sabato sera! Campo Santa Margherita davvero un bellissima zona e ho gradito lo Spritz 🙂 Ho passato una serata diversa dal solito! Grazie del consiglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.