Livorno è un comune di circa 163.000 abitanti ubicato sulla costa toscana.

Totalmente slegata da uno sviluppo medioevale, a differenza delle altre città toscane, si è sempre caratterizzata per la sua apertura a nuovi mondi e culture, ma anche per illustri personaggi del mondo dell’arte e della musica che hanno avuto qui i Ioro natali.
A livello storico, viene menzionata spesso per le famose leggi livornine che caratterizzarono l’apertura di questo popolo verso nuovi mondi e nuove culture.
La città di Livorno non è decisisamente una meta turistica (mentre la provincia di Livorno sì, come Isola d’Elba) e, spesso viene solo ricordata per il porto e i suoi traghetti che collegano lo stivale alla Sardegna e alla Corsica, ma anche per le famose false teste di Modigliani, che vennero ritrovate nei fossi nei primi anni ’80.
Resta famosa a livello toscano per il palio marinaro e a livello italiano per il porto, per la rivista satirica “ Vernacoliere” e per l’accademia navale.

Porto

Livorno, oggi, si presenta come una città principalmente portuale, con la fortezza vecchia, una fortezza nuova costruita nel ‘700, un quartiere chiamato “la Venezia” costruito dallo stesso architetto che costrui la famosa città di Venezia e una terrazza dedicata al famoso compositore Mascagni.

Scopriamola in compagnia di: Silvia Amato

Silvia Amato è la travel blogger di In Viaggio con la Felicità.

Silvia Amato

Livornese, con il salmastro nelle vene e il cuore amaranto, vi accompagnerà alla scoperta di questa originale città.
Ho deciso di scrivere su Livorno perchè è la mia città: è la città, in cui sono cresciuta, dove ho imparato l’amore per il mare e l’amore e il rispetto per gli altri.
Livorno è stata la prima città italiana proiettata verso il rispetto di altri credi religiosi ed ha sempre accolto le diverse culture in modo molto naturale ed aperto: abbiamo chiese e cimiteri inglesi, Chiesa evangelica, Chiesa olandese, una comunità ebraica, Chiesa anglicana, Greco-ortodossa, Valdese e armena.

Presentati e raccontaci del tuo blog

Beh che dire… sono un’appassionata di viaggi e del mondo del turismo tant’è che lavoro come agente di viaggi per una grossa multinazione.
Sono life coach e mi piace poter aiutare la gente accompagnadola in un processo verso il benessere proprio.
Dopo aver passato un momento difficile della mia vita, intrapresi uni viaggio da sola, molto speciale. Il viaggio fu una riscoperta di me stessa e a partire da quel momento capii come può essere un mezzo per chiunque per riscoprirsi e amarsi.
Mi piace raccontare nel mio blog racconti di viaggio che hanno sempre un punto di riflessione per il nostro benessere mentale e físico.

Dove possiamo continuare a seguirti?

Al momento potete seguirmi sulla mia pagina www.inviaggioconlafelicita.com e poi su:
Facebook: In viaggio con la felicità
Instagram: @inviaggioconlafelicità

Veniamo al dunque: dacci dei consigli!

Nonostante la poca celebrità dal punto di vista turistico, Livorno offre comunque alcune possibilita’ di svago per chi si trova di passaggio nella bella Toscana e sicuramente ottimi spunti gastronomici tipici del posto.

Cosa vedere a Livorno

Quartiere Venezia

La parte storica di Livorno.
Il quartiere somiglia molto alla splendida Venezia, con canali e barche.
A livello dei fossi potete trovare cantine, dove si continuano a costruire e a riparare le famose barche di legno chiamate “gozzi” utilizzate per il palio marinaro che si svolge nel periodo estivo. Per la sua caratteristica si presta ad avere molti localini notturni, come pub in ex cantine.

Quartiere Venezia

Visita guidata dei fossi in battello

La visita guidata  in battello è un must a Livorno.
Solo con una visita guidata dal cuore di Livorno si possono apprezzare le costruzioni appartenenti alle famiglie provenienti dalle diverse nazioni (ad esempio si possono vedere edifici di natura olandese).
Deliziose sono anche le escursioni sui “gozzi” assaporando un buon vino Bolgheri, oppure fermarsi al mercato centrale per poi degustare qualche prodotto tipico.
Il mio più sincero consiglio è di effettuare le escursioni con Livorno sailing, esperti e creativi nell’organizzazione.
In estate potete anche effettuare con loro delle bellissime gite in barca e vedere via mare il famoso Castel Sonnino (residenza del barone Sonnino) e raggiungere la torre della Meloria dove si svolse la famosa battaglia tra genovesi e pisani.

Fossi di Livorno

Santuario di Montenero

Da qui potete avere una visione dall’alto di tutta la città e vi assicuro che è uno spettacolo.
Si può arrivare via funicolare dalla Piazza di Montenero e, una volta su, potete visitare il santuario, famoso per le grazie che la Madonna ha concesso al popolo livornese. Potrete vedere all’interno, in teche, i ringraziamenti offerti alla Madonna dalle persone nel corso della storia.

Casa natale di Modigliani

Livorno fu la città natale del celebre artista.
Si preserva la casa in cui è cresciuto e, attraverso un tour guidato, si possono apprezzare le foto e la storia dell’infanzia di questo personaggio così speciale.
Per maggiori info questo il sito ufficiale.

Terrazza Mascagni

Cosa fare a Livorno

Assaggiare il Cacciucco e il Ponce

A livello gastronomico vi consiglio di provare la nostra ricetta tipica: il “cacciucco”.
Una specie di zuppa di pesce, senza brodo.
L’originale è composto da 11 tipi di pesce, pomodoro, pane agliato e molto aglio.
Per il bene del vostro sonno è più che raccomandabile mangiarlo a pranzo.
Per concludere, assaggiate un buon “ponce” come lo chiamiamo noi, per digerire.
Si tratta di un caffè, strabollente, (occhio a non bruciarvi) con sassolino e rum.

Cacciucco

Passeggiare sul lungomare

Fatevi un bella passeggiata lungo mare, mangatevi un gelato e godetevi il panorama.

Mare

Silvia, grazie per averci fatto conoscere questo angolo d’Italia. A presto!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.