A chi non è mai capitato di sognare di ritrovarsi sdraiati su una spiaggia di sabbia bianca, all’ombra di una palma, sorseggiando un cocktail?
O più semplicemente, di fuggire dal freddo inverno della nostra bella Italia per scaldarsi sotto al sole dei Caraibi?

È stato proprio così che durante un inverno, particolarmente rigido, il sogno è diventato una necessità.

Volo Milano-Avana, Avana-Cayo Largo e in “sole” 13 ore, le mie ossicina si crogiolavano al caldo dei tropici.
Sostituiti gli stivali con le infradito e il giubbotto con il costume, non restava che scoprire questo angolo di paradiso.

Cayo Largo

Cayo Largo del Sur, anche conosciuta semplicemente come Cayo Largo, è una piccola isola appartenente alla Repubblica di Cuba, nel Mar dei Caraibi.
Lunga non più di 25 km e larga 3 km, dista 144 Km dall’Avana.

È un’Isola unicamente turistica, nessun cubano può prendere residenza fissa ed è per questo nei periodi in cui gli alberghi chiudono, l’isola è pressoché deserta.
Caratterizzata dal classico panorama delle isole caraibiche: lunghe distese di sabbia bianca, acqua cristallina e tiepida, palme e infiniti orizzonti.
Ha una meravigliosa barriera corallina pullulante di pesci, e le sue acque sono tra le più cristalline che chiunque abbia mai visto.
Il luogo perfetto per chi ama fare lunghe passeggiate sulla spiaggia e per chi è appassionato di immersioni e snorkeling.

Spiagge

Nei suoi 25 km di lunghezza sono 3 le spiagge più belle:

Playa Sirena

Un’ immensa spiaggia a Nord Ovest dell’isola, ricoperta di palme trapiantate.
Molto turistica, non a caso tutti gli alberghi offrono un servizio navetta più volte al giorno per questa spieggia.
Sul posto troverete un ristorante e un bar attrezzati e lettini e ombrelloni a volontà.

Playa Paraiso

Una lunga spiaggia, sottile e più selvaggia rispetto a Playa Sirena, riparata dalla vegetazione che cresce rigogliosa.
Anche questa dispone di lettini e ombrelloni ma in numeri ridotti.

Punta Mal Tiempo

Decisamente la spiaggia più bella che io abbia mai visto.
Punta Mal Tiempo in realtà non è una vera e propria spiaggia, bensì una striscia di sabbia formata dopo l’uragano del 2007.
Incontaminata. Questo è il primo aggettivo che viene in mente.
Si raggiunge da Playa Paraiso (verso sud est), via terra camminando sulla sabbia o via mare facendo una bella passeggiata nell’acqua cristallina.
A Punta Mal Tiempo vi sentirete veramente a contatto con la forza e la bellezza della natura.

Altro da visitare

Gita in catamarano a Playa Iguana

Se vi piace il catamarano e l’aragosta, non potete fare a meno di questa breve escursione.
Si parte dalla Marina di Cayo Largo e si raggiunge l’isoletta di Playa Iguana che si trova poco a nord.
Sull’isola regna il nulla più assoluto, ma come si può immaginare dal nome, è colonizzata da centinaia di iguane di ogni dimensione.
Dopo una tappa snorkeling per vedere un relitto di un’imbarcazione, pranzo a bordo del catamarano a base di aragosta.

Cosa si può volere di più?

 

Marina di Cayo Largo

Un piccolo paesino formato da casette in cui dormono i dipendenti delle varie strutture alberghiere, è anche il porto di partenza delle varie escursioni in barca e la sede del centro di diving.
Si trovano negozietti di souvenir e un tipico negozio di sigari cubani e rum.
La sera si trasforma in una discoteca a cielo aperto in cui potrete farvi trasportare dal ritmo cubano.

Sea Turtle Hatchery

Centro di recupero per le Tartarughe Marine, pagando il biglietto di ingresso aiuterete i volontari a curare le centinaia di tartarughe presenti nel centro.
All’interno della struttura vi sono numerose vasche e un volontario vi accompagnerà attraverso il percorso in cui vi verrà spiegata la mission del centro ed in cui potrete, anche, avere la fortuna di toccare le piccole ospiti.

Delfinario

Sull’isola è presente un delfinario in mare, in cui è possibile fare il bagno con i delfini e interagire con loro giocando e dandogli da mangiare.
Personalmente non amo questo genere di cose per via delle costrizioni che subiscono questi animali, ma è comunque un’esperienza unica quella di poterli vedere da così vicino nel loro habitat.

Acquedotto dei coccodrilli

Se avrete la fortuna di farvi accompagnare da una persona del posto, fatevi portare al vecchio acquedotto, ora casa di due simpatici coccodrilli: “Mortadella” e “Salsiccia”.
Abituati ad essere nutriti dal guardiano, al suo richiamo arriveranno a farsi fotografare.

Conclusioni

Non aspettatevi di poter vedere molto altro perché Cayo Largo è tutta qui.

Godetevi i suoi meravigliosi tramonti da cartolina, prendete il sole approfittando della brezza (attenzione alle scottature, il sole a quelle latitudini è particolarmente aggressivo), fate snorkeling nella sua indimenticabile barriera corallina, bevete più mojito che potete e lasciatevi trascinare dalle calde note della salsa cubana, porterete a casa ricordi indimenticabili.

Buon Viaggio

Condividi:

2 thoughts on “Cayo Largo: il paradiso è ai Caraibi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.